Iscriviti alla nostra newsletter e rimani sempre aggiornato! Scopri di più

I segreti del brindisi perfetto

Festeggiare il Natale è anche brindare alle feste e al nuovo anno insieme alle persone che amiamo.
Per godere al meglio di vini e liquori pregiati, è importante servirli nel modo giusto per esaltarne le qualità, ma anche conservarli nelle condizioni ideali per fare sempre regali eccellenti.

Bollicine per cominciare

Per iniziare i pranzi e le cene delle feste, non può mancare un po’ di frizzantezza. il Viaggiator Goloso® ha selezionato il Prosecco Superiore di Valdobbiadene D.O.C.G., il Prosecco di Treviso D.O.C. e il Franciacorta Brut D.O.C.G., vini dal leggero aroma fruttato, perfetti per accompagnare aperitivi e antipasti con un po’ di bollicine, ma anche per le portate a base di pesce e verdure.

Conservazione

Il luogo migliore in cui conservare questi vini è la cantina, preferibilmente a una temperatura di 11°C. Le bottiglie devono essere conservate coricate su un fianco, lontano dalla luce, dalle vibrazioni e anche da ambienti in cui si tengono a stagionare i salumi e i formaggi, per evitare di alterare il sapore del vino.

Servizio

Questi vini bianchi frizzanti devono essere serviti a una temperatura compresa tra i 6°C e gli 8°C in un calice a tulipano ampio, per apprezzarne la pienezza degli aromi. Per raggiungere la temperatura ideale, possono essere riposti in frigorifero qualche ora prima di essere consumati, oppure possono essere immersi in un secchiello con acqua fredda e cubetti di ghiaccio, dove potranno essere tenuti anche durante tutto il servizio.

Dulcis in fundo: il Moscato

Il Moscato è un vino piemontese, ideale per brindare in un giorno di festa, che si abbina perfettamente a dessert e dolci natalizi. Il Viaggiator Goloso® ha selezionato il Moscato d’Asti D.O.C.G. e il Moscato Spumante Dolce, due vini fruttati e freschi, ma con caratteristiche differenti. Il primo è un vino frizzante, dal gusto più dolce, caratterizzato da una minore quantità di anidride carbonica. Il Moscato Spumante invece è un vino spumante, appunto, meno dolce e con una maggiore quantità di bollicine.

Conservazione

Per entrambi i vini si raccomanda una conservazione non troppo lunga, preferibilmente in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature costanti e piuttosto basse.

Servizio

Il Moscato spumante veniva tradizionalmente bevuto in coppa, ma oggi può essere consumato in semplici flûte, a una temperatura di 7-8°C. Il Moscato d’Asti, invece, dev’essere servito in calici meno allungati e più ampi alla base, a una temperatura leggermente più alta di circa 9-10°C.

Concludere con la grappa

Le proposte di grappa firmate il Viaggiator Goloso®, sono una Grappa di Prosecco e due grappe invecchiate: la Grappa di Amarone e la Grappa di Moscato. Le grappe nascono dalla distillazione delle vinacce, le bucce di uva utilizzate per produrre i rispettivi vini, Prosecco, Amarone e Moscato. Sono liquori ideali da sorseggiare a fine pasto, in abbinamento ai dolci. In particolare, la Grappa di Amarone Invecchiata e la Grappa di Moscato Invecchiata si abbinano perfettamente al cioccolato fondente e ai dolci al cacao, così come ai Bicchierini di cioccolato extra fondente de il Viaggiator Goloso®, nei quali sarà gustoso e divertente sorseggiarli.

Conservazione

Le bottiglie di grappa devono essere conservate possibilmente in luoghi asciutti e freschi, con una temperatura costante e lontano dalla luce, soprattutto quella solare, meglio ancora se all’interno di scatole di legno o cartone, oppure coperte con un panno spesso.

Servizio

La Grappa di Amarone Invecchiata e la Grappa di Moscato Invecchiata esprimono al meglio il loro gusto se servite a una temperatura tra i 15 e i 18°C in bicchieri cosiddetti da meditazione come il balloon, la cui forma permette di avvolgerli con il palmo della mano, oltre a consentire un’ottima ossigenazione del distillato. La Grappa di Prosecco, invece, va servita a una temperatura più bassa, tra gli 8°C e i 12°C in bicchieri a tulipano, stretti nella parte bassa e più larghi in alto.

Le altre proposte firmate il Viaggiator Goloso®

Tra le proposte de il Viaggiator Goloso® non mancano liquori classici come il Limoncello e il Mirto di Sardegna, da conservare in frigorifero o in freezer e consumare freddi, per concludere i pasti in bellezza. Una novità del 2021 è la Birra di Natale firmata il Viaggiator Goloso®, al miele di tiglio, dal colore ramato e dal sapore persistente e speziato, perfetta con carni bianche, carni rosse, brasati e stufati.

I nostri prodotti